Censimento Della Popolazione E Delle Abitazioni - Dataset .

3m ago
21 Views
0 Downloads
7.50 MB
249 Pages
Transcription

DA0445Censimento della popolazione e delle abitazioni - Datasetesteso (2011)Census of population and housing - Extended dataset (2011)Istat, Donatella Panatto, UniData - Bicocca Data ArchiveVersione/Version: 1.0 - 11/04/2019UniDataBicocca Data ArchiveWebsite: www.unidata.unimib.itE-mail: [email protected]: 39 02 6448 7513Fax: 39 02 6448 7561La presente documentazione è distribuita da UniData secondo la licenza CC-BY 3.0.La fonte che ha prodotto i dati e UniData che li ha distribuiti non rispondono per alcunutilizzo improprio dei dati e delle elaborazioni pubblicate.This documentation is distributed by UniData under the CC-BY 3.0 License.Neither the depositor nor UniData bear any responsibility for the analysis orinterpretation of the data produced by the user.Università degli Studi di Milano-BicoccaVia Bicocca degli Arcimboldi 820126 - Milano (Italia)

Sistema Statistico NazionaleIstituto Nazionale di Statistica15 CENSIMENTO GENERALEDELLA POPOLAZIONEE DELLE ABITAZIONIMANUALE DELLA RILEVAZIONE

A cura di Donatella ZindatoHanno collaborato Federico Benassi, Lorenzo Cassata e Silvia Farano.Si ringraziano per l’attenta rilettura Grazia Amendola, Raffaele Ferrara e Mariangela Verrascina. Inoltre, per i contributiforniti a vario titolo, si ringraziano Damiano Abbatini, Biagio Aragona, Angelita Castellani, Helen-Cristin Corrado, GiacomoRicci, Maria Picci, Laura Posta e Claudio Segatori.15 Censimento Generale della Popolazione e delle Abitazioni 2011Manuale della rilevazioneIstituto Nazionale di StatisticaVia Cesare Balbo, 16 - RomaProgetto Grafico: Y&R RomaLayout grafico: Massimiliano Trombacco, Enrico SciumbataImpaginazione e stampa: PostelSi autorizza la riproduzione ai fini non commerciali e con la citazione della fonteTiratura: 00.000 copieII15 CENSIMENTO GENERALE DELLA POPOLAZIONE E DELLE ABITAZIONI 2011

PremessaIl Manuale della Rilevazione è composto da nove capitoli che, a partire dalle unità di rilevazione e dai questionari, delineanoil processo di rilevazione, la sua articolazione in tempi e fasi, le attività a cura dell’UCC nel corso delle diverse fasi della rilevazione, le operazioni da effettuare sui questionari cartacei e le modalità per il confronto censimento-anagrafe.Nel primo capitolo viene brevemente descritta la nuova strategia di rilevazione e la sua articolazione in fasi logico-temporali,a partire dalla creazione degli archivi che guidano la rilevazione sul campo.Nel secondo capitolo vengono descritte e definite le unità di rilevazione del Censimento della Popolazione (capitolo 2.1.) e delCensimento delle Abitazioni (capitolo 2.2.). Nel terzo capitolo vengono presentati gli strumenti di rilevazione: i questionaridel Censimento della Popolazione e delle Abitazioni (paragrafo 3.1.) e il modello di rilevazione degli edifici (paragrafo 3.2.).Il quarto capitolo è dedicato al funzionamento degli UCC e alla gestione della rilevazione, con approfondimenti dedicati aglistrumenti di monitoraggio della rilevazione (paragrafo 4.2.), alle funzioni dei Centri Comunali di Raccolta (paragrafo 4.3.) ealle operazioni preliminari alla rilevazione (paragrafo 4.4.).Il quinto e il sesto capitolo sono riservati rispettivamente alla rilevazione degli edifici e ai casi particolari della rilevazione dellapopolazione (convivenze e senza tetto).Nel settimo capitolo vengono descritte le attività a cura dell’UCC nelle fasi della consegna dei questionari (paragrafo 7.1.),della restituzione spontanea (paragrafo 7.2.) e del completamento della rilevazione sul campo (paragrafo 7.3.). Il capitolo 8è dedicato alle operazioni di registrazione, revisione e compilazione dei modelli riepilogativi, da effettuare per tutti i questionari cartacei, e il capitolo 9 espone in dettaglio le modalità e gli strumenti di gestione del confronto censimento-anagrafe.Non c’è un capitolo dedicato specificamente alle istruzioni per i rilevatori, data la flessibilità nella definizione dei loro compiticonnaturata alla nuova strategia di rilevazione. Ovviamente, la base per la formazione dei rilevatori è costituita dal paragrafo 7.3. (relativo agli obiettivi, agli strumenti e alle molteplici attività da svolgere nella fase di completamento della rilevazione sul campo), che riguarda specificamente l’attività di rilevazione sul campo, e dai capitoli sulla rilevazione degli edifici edelle convivenze (capitoli 5 e 6), opportunamente integrati con il capitolo 8, relativo alle operazioni sui questionari cartacei,nel caso in cui i rilevatori siano anche operatori di back office, e con il paragrafo 4.3. (Le funzioni del Centro Comunale diRaccolta), nel caso in cui i rilevatori siano anche operatori di front office (addetti ai CCR).Inoltre, nel Manuale non vengono fornite indicazioni su argomenti che verranno trattati con successive informative ocircolari. In particolare, non vengono fornite indicazioni in merito alle operazioni di consegna del materiale di rilevazioneagli UCC, sul confezionamento del materiale censuario e sulle iniziative da adottare in presenza di violazioni dell’obbligodi risposta.Infine, non sono stati riportati in allegato i questionari (ad eccezione dei facsmile di alcune pagine, funzionali ad unamaggiore chiarezza dell’esposizione) e le Guide alla compilazione, che comunque saranno disponibili presso gli UCC, adintegrazione del Manuale, per la formazione dei componenti dell’UCC e degli addetti alla rilevazione.Damiano Abbatini ha curato il paragrafo 3.2.1.2.Grazia Amendola ha curato i paragrafi 2.2.1.2. e 5.1., 5.2. e 5.3.Biagio Aragona ha curato i paragrafi 2.2.1. e 2.2.1.1.Lorenzo Cassata ha curato i paragrafi 2.1.1.4., 4.4.3.2., 7.3.1., 7.3.2., 7.3.3. e 7.3.4.Angelita Castellani ha curato i paragrafi 3.2.1.3., 5.4., 5.5. e 5.6.Gerardo Gallo ha curato il capitolo 9.Silvia Farano ha curato i paragrafi 4.4.3.1., 7.1.1., 7.2., 8.1. e 8.3.Raffaele Ferrara ha curato i paragrafi 3.2.1. e 3.2.1.1.Simone De Angelis ha curato i paragrafi 2.1.2., 3.1.3. e 6.1.Simona Mastroluca ha curato i paragrafi 3.1., 3.1.1. e 3.1.1.1.Evelina Paluzzi ha curato i paragrafi 2.1.4. e 4.4.1.Alessandro Sasso ha curato il paragrafo 2.2.2.Claudio Segatori ha curato i paragrafi 3.1.2. e 3.1.2.1.Mariangela Verrascina ha curato i paragrafi 2.1., 2.1.1., 2.1.3., 2.1.5., 8.2., 8.2.1. e 8.2.2.Donatella Zindato ha curato la premessa, il capitolo 1, i paragrafi 4.1., 4.2., 4.3., 4.4.2., 4.4.3., 6.2., 7.1., 7.1.2., 7.1.3.,7.3.5., 7.3.6., 7.3.7. e 8.2.3.INDICEIII

IV15 CENSIMENTO GENERALE DELLA POPOLAZIONE E DELLE ABITAZIONI 2011

1.2.3.4.5.6.7.8.9.OBIETTIVI E STRATEGIADEL CENSIMENTO 20111LE UNITÀ DI RILEVAZIONE13I QUESTIONARI37FUNZIONAMENTODEGLI UCC E GESTIONEDELLA RILEVAZIONE101LA RILEVAZIONEDEGLI EDIFICI125CASI PARTICOLARIDELLA RILEVAZIONEDELLA POPOLAZIONE137LE FASI DELLARILEVAZIONE151OPERAZIONI SUIQUESTIONARI CARTACEI195MODALITÀ E STRUMENTIDI GESTIONE DEL CONFRONTOCENSIMENTO-ANAGRAFE209

VI15 CENSIMENTO GENERALE DELLA POPOLAZIONE E DELLE ABITAZIONI 2011

CAPITOLO UNO1. OBIETTIVI E STRATEGIA DEL CENSIMENTO 20111.1. Che cos’è il censimento?1.2. Novità di metodo e organizzazione del Censimento 20111.3. Tempi e fasi del Censimento 20111.3.1. Prima fase: creazione degli archivi di base1.3.2. Seconda fase: la consegna dei questionari1.3.3. Terza fase: restituzione spontanea multi-canale1.3.4. Quarta fase: completamento della rilevazione sul campo33355667CAPITOLO DUE2. LE UNITÀ DI RILEVAZIONE2.1. Unità di rilevazione del Censimento della Popolazione2.1.1. Le famiglie2.1.1.1. Le famiglie coabitanti2.1.1.2. Famiglie in alloggi presso sede diplomatica o consolare2.1.1.3. Famiglie in strutture residenziali collettive2.1.1.4. Persone senza tetto e persone senza fissa dimora2.1.2. Le convivenze2.1.3. Le persone non dimoranti abitualmente nell’alloggio o nella convivenza2.1.3.1. Le persone non dimoranti abitualmente nell’alloggio2.1.3.2. Le persone non dimoranti abitualmente nella convivenza2.1.4. I cittadini stranieri2.1.5. Alcune importanti definizioni: persone residenti, assenti e presenti2.2. Unità di rilevazione del Censimento delle Abitazioni2.2.1. L’edificio2.2.1.1. Casi particolari della rilevazione degli edifici2.2.1.2. Il campo di osservazione2.2.2. Le abitazioni e gli altri tipi di alloggio2.2.2.1. Le abitazioni2.2.2.2. Gli altri tipi di alloggio2.2.2.3. Casi particolari della rilevazione degli 43535VII

CAPITOLO TRE3. I QUESTIONARI3.1. I questionari del Censimento della Popolazione e delle Abitazioni3.1.1. I Fogli di famiglia3.1.1.1 Le modalità di compilazione dei Fogli di famiglia3.1.2. I Fogli di convivenza3.1.2.1. Le modalità di compilazione dei Fogli di convivenza3.1.3. Il navigatore delle professioni3.2. Il modello di rilevazione degli edifici3.2.1. Modalità di compilazione del modello di edificio3.2.1.1. Variabili della sezione 13.2.1.2. Variabili della sezione 23.2.1.3. La rilevazione degli edifici in sintesi393939516370798080838899CAPITOLO QUATTRO4. FUNZIONAMENTO DEGLI UCC E GESTIONE DELLA RILEVAZIONE4.1. Funzioni e organizzazione degli UCC4.2. La gestione e il monitoraggio della rilevazione4.2.1. Il ruolo di SGR4.2.1.1. Il Menù “Gestione Operatori”4.2.1.2. Creazione di una sottosezione4.3. Le funzioni del Centro Comunale di Raccolta4.3.1. Ricezione dei questionari cartacei4.3.2. Assistenza ai rispondenti4.3.3. Promozione della compilazione web4.4. Operazioni preliminari alla rilevazione4.4.1. Preparazione della rilevazione dei cittadini stranieri4.4.1.1. Ausilio alla compilazione4.4.1.2. Uso delle informazioni ausiliarie e impiego di mediatori culturali4.4.1.3. Coinvolgimento di associazioni/enti no profit4.4.1.4. Interventi sul piano della comunicazione4.4.2. Spostamenti di questionari tra sezioni4.4.3. Gestione delle variazioni anagrafiche4.4.3.1. Comuni che inseriscono le variazioni anagrafiche in SGR4.4.3.2. Comuni che effettuano il secondo invio della 2012012112112212315 CENSIMENTO GENERALE DELLA POPOLAZIONE E DELLE ABITAZIONI 2011

CAPITOLO CINQUE5. LA RILEVAZIONE DEGLI EDIFICI5.1.La rilevazione degli edifici: quando e dove5.2.Ruolo del rilevatore e strumenti per la rilevazione5.3.Individuazione delle unità da rilevare5.4.Come percorrere la sezione5.5.La compilazione del Modello di edificio (Mod. Istat CP.ED)5.6.Istruzioni per la compilazione della Lista Edifici127127127127131133135CAPITOLO SEI6. CASI PARTICOLARI DELLA RILEVAZIONE DELLA POPOLAZIONE6.1. La rilevazione delle convivenze6.1.1. La rilevazione delle convivenze in convenzione6.1.2. La rilevazione delle convivenze non in convenzione6.1.2.1. Quali e quanti Fogli di convivenza consegnare6.1.2.2. Cosa fare al momento della consegna6.2. La rilevazione dei senza tetto139139139139140144149CAPITOLO SETTE7. LE FASI DELLA RILEVAZIONE7.1. La consegna dei questionari7.1.1. La spedizione dei questionari7.1.2. Questionari da consegnare a cura dell’UCC7.1.3. Monitoraggio e gestione delle operazioni di consegna tramite SGR7.2. La restituzione spontanea multi-canale7.3. Il completamento della rilevazione sul campo7.3.1. Obiettivi e strumenti7.3.2. La rilevazione sul campo7.3.3. Questionari da consegnare7.3.4. Mancate risposte7.3.5. Il recupero della sottocopertura7.3.5.1. Il recupero della sottocopertura nei Comuni RNC7.3.5.2. Il recupero della sottocopertura nei Comuni non RNC7.3.6. Ritorno sul campo: revisione e consegna dei modelli aggiuntivi7.3.7. Aggiornamento del Diario di 83190190191IX

CAPITOLO OTTO8. OPERAZIONI SUI QUESTIONARI CARTACEI8.1. Registrazione dell’arrivo dei questionari cartacei8.2. Revisione dei questionari cartacei8.2.1. Criteri per effettuare la revisione8.2.2. Come intervenire sui questionari in fase di revisione8.2.3. Quando effettuare la revisione8.3. La compilazione dei modelli riepilogativi197197198199204205206CAPITOLO NOVE9. MODALITÀ E STRUMENTI DI GESTIONE DEL CONFRONTO CENSIMENTO-ANAGRAFE9.1. Premessa9.2. Criteri e tempi del confronto tra censimento e anagrafe9.3. Gli strumenti di gestione del confronto censimento-anagrafe9.3.1. Pannello di controllo9.3.2. Il confronto censimento-anagrafe per i Fogli di famiglia compilati in forma cartacea9.3.3. Il confronto censimento-anagrafe per i Fogli di famiglia compilati via web9.3.4. Il confronto censimento-anagrafe delle persone censite nelle convivenze anagrafiche9.4. Determinazione dei censiti d’ufficio e delle persone non trovate al censimento9.4.1. Casi particolari del confronto censimento-anagrafe9.5. La compilazione dei bilanci ad hoc sugli esiti del confronto 23215 CENSIMENTO GENERALE DELLA POPOLAZIONE E DELLE ABITAZIONI 2011

INDICEXI

XII15 CENSIMENTO GENERALE DELLA POPOLAZIONE E DELLE ABITAZIONI 2011

CAPITOLO UNOObiettivi e strategia delCensimento 2011

1.OBIETTIVI E STRATEGIA DEL CENSIMENTO 20111.1.Che cos’è il censimento?Il censimento della popolazione è una rilevazione statistica che ha come obiettivo il conteggio ditutta la popolazione residente sul territorio. Molti paesi effettuano anche censimenti delle abitazioni,degli edifici, dell’industria e dell’agricoltura. In Italia il censimento delle abitazioni e degli edifici vieneeffettuato insieme al censimento della popolazione.1.Grazie ai dati rilevati con il censimento è possibile produrre informazioni sulla consistenza e sulleprincipali caratteristiche socio-demografiche della popolazione residente1 e sulla consistenza e lecaratteristiche del patrimonio abitativo (edifici e abitazioni) con un elevato dettaglio territoriale. I daticensuari costituiscono quindi un supporto fondamentale alle decisioni di ogni livello di governo (Stato, Regione, Provincia, Comune), ma anche delle imprese e delle associazioni di categoria, che li utilizzano per programmare, pianificare attività e progetti, offrire servizi ai cittadini italiani e agli stranieriche vivono in Italia, monitorare politiche e interventi sul territorio. Le informazioni fornite da